Crea sito

Durante gli esami…nomi e colori!

Durante gli esami… spesso disegno.

Quest’anno sono andata oltre i villaggetti medievali e i castelli (uno c’è ancora eh, le vecchie abitudini son dure a morire, l’ho infatti aggiunto alla galleria del vecchio articolo).

Quest’anno cari miei…mi avrete vista usare anche il colore.

I nomi dei figli e dei nipoti dei colleghi, i nomi di chi ha vinto una lotteria di beneficenza per animali abbandonati o malati (mi capita qualche volta di mettere in palio un disegno da fare su ordinazione per il vincitore)…

Nomi e disegni abbinati oppure zentangle da utilizzare poi in locandine teatrali (alla cugina regista non si può certo dire di no quando chiede aiuto all’ultimo minuto!).

Una piccola committente, figlia di un collega, è stata attentissima osservatrice durante parte della realizzazione del suo nome.

Ferrea nelle indicazioni, implacabile nel rilevare dimenticanze…lavorare con il suo fiato sul collo è stata la mia vera prova d’esame, vero Mariachiara?!!?

 

 

cosa faccio…per rilassarmi…

Cosa faccio… per rilassarmi? Mah… Per rilassarmi mangerei badilate di nutella guardando film e telefilm per ore…ed ore…ed ore…o leggendo un libro per giorni interi…

ok, lo so, la cosa non è sempre realizzabile (ma ci sto lavorando…).

Quando sono al telefono…o durante gli esami di terza media…io pastrocchio fogli (ma intanto ascolto tutto, non illudetevi!).

Mi sono accorta di avere soggetti più o meno fissi…differenti per annate…a volte ricorrenti…

Uno degli scenari che più ripropongo utilizzando sempre e solo penne nere rigorosamente rubat ehm…prese in prestito da qualche collega…sono i “villaggi medievali immaginari”.

Sarà che adoro il Trono di spade…sarà che mi sono innamorata di Lady Hawke da ragazzina…sarà che ho trascinato mio marito per anni in vacanze estive in caccia di castelli in mezza Italia…

ma case, colline, botteghe, laghi, laghetti e mari …mi rilassano come non mai.